Investire in azioni Stellantis: analisi e prospettive future

16 Settembre 2021
Azioni Stellantis

Nato dalla fusione tra i gruppi Peugeot e FCA, il colosso automobilistico con sede ad Amsterdam ha dichiarato utili per un ammontare pari a 7 miliardi di dollari (circa 5,9 miliardi di euro) per il primo semestre del 2021, contro una perdita di 965,4 milioni di dollari (circa 813 milioni di euro) durante lo stesso periodo nel 2020 (il confronto è fatto con i dati consolidati 2020 dei due gruppi FCA e PSA).

Il report sui risultati finanziari nella prima metà dell’anno ha dunque messo in luce la differenza netta con il 2020, anno in cui lo scoppio della pandemia ha avuto un impatto terribile sull’intero settore dei trasporti.

Nonostante gli ottimi risultati in termini di ricavi e redditività, l’azienda ha dovuto affrontare il problema dello “chip shortage”, la carenza di semiconduttori che ha paralizzato l’intero comparto automobilistico, registrando nel mese di agosto 2021 un calo in borsa di oltre il 7%.

Analizziamo le performance di Stellantis in questo suo primo anno di vita nonché gli andamenti in borsa, per capire se convenga o no investire nelle azioni della multinazionale automobilistica.

Autore dell'articolo:

Alfredo de Cristofaro
Founder
Laureato in Economia e Finanza, dopo aver lavorato a lungo presso uno dei principali broker finanziari in Europa, ha deciso di mettere a disposizione degli investitori le conoscenze maturate nel corso degli anni. Su QualeBroker.com si occupa di recensire i broker, assicurandosi che vengano garantiti i più alti standard di sicurezza e trasparenza.
Che investitore sei?

Vuoi scoprire qual è il miglior broker per te?

Fai il test per conoscere quali sono i migliori broker in linea con il tuo profilo di investitore

Leggi altri articoli della categoria: