Occhio alla margin call


 

margin call

Cosa è una margin call

Se possiedi un minimo di esperienza nel trading online l’avrai provata sulla tua pelle. Se invece sei un investitore alle prime armi ne avrai soltanto sentito parlare (male) e in questa guida vogliamo metterti in guardia per tenerla alla larga nella tua attività di trader. Parliamo della famigerata margin call. Di che cosa si tratta? Una margin call si verifica quando un broker constata la presenza di un disavanzo negativo costante all’interno di in un account di un suo cliente. La soglia al di sotto del quale il deficit non è più tollerato è di solito prefissata dal broker (e specificata nel contratto con il cliente).

Un esempio pratico

Ipotizziamo di voler comprare 100 azioni Apple ad un prezzo di $170 ad azione ma di possedere solo la metà dei $17.000 dollari necessari per effettuare la transazione. La soluzione più concreta sarebbe quella di acquistare a margine i titoli Apple, sfruttando la leva finanziaria che il broker di solito concede. In altre parole il broker concede un finanziamento al trader (in questo caso di $8.500 dollari) per poter effettuare una compravendita in borsa. Come nei più classici dei prestiti bancari, il broker fisserà un collaterale (in caso di operazioni long saranno impiegate le azioni stesse acquistate), un margine iniziale (indicato come percentuale del finanziamento sull’intero investimento e nel nostro caso pari al 50%) e un margine di mantenimento. Quest’ultimo parametro è di fondamentale importanza nel contesto della margin call, in quanto sta ad indicare il limite al di sotto del quale il disavanzo non è più tollerato dall’intermediario. Immaginiamo che dopo alcuni giorni la quotazione delle azioni Apple subisca un calo del 40%, scendendo a $102 ad azione e che il valore totale della nostra posizione long su Apple sia pari a $10.200. Assumiamo inoltre che il margine di mantenimento prefissato dal broker sia del 25%.

In questo nuovo scenario il margine passerà dall’iniziale 50% = ($17.000 – $8.500) / ($17.000) al 16,67% = ($10.200 - $8.500) / ($10.200). Dal momento che il margine attuale (16,67%) è inferiore al margine di mantenimento (25%), il broker per tutelarsi disporrà una margin call affinché il margine disponibile ritorni ad essere pari o superiore al margine di mantenimento. Nel nostro esempio saremo così costretti ad aumentare il margine disponibile nel conto di almeno $850 = ($10.200 x 25%) - $1700.

Il trader dovrà quindi avere sul conto almeno $9350 ($8.500 + $850) di capitale proprio. Il broker invierà una margin call indicando un tempo massimo entro il quale risolvere il deficit pari a $850.

Cosa accade dopo il ricevimento di una margin call

Il trader viene dunque messo al corrente della margin call in corso e potrà generalmente optare tra due opzioni per scongiurare l’intervento manuale da parte del broker per cancellare il disavanzo riscontrato:

  • Effettuare un trasferimento di fondi per integrare il margine;
  • Chiudere parzialmente la posizione per diminuire il rischio di portafoglio e risolvere il deficit.

Il tempo a disposizione per il trader dipende solitamente dal livello di disavanzo riscontrato dal broker. Per esempio DEGIRO, secondo il suo modello di rischio, concede 48 ore di tempo qualora venga constatato il superamento di un limite del 125% (inteso come il rapporto del Rischio e il valore del collaterale). Viene invece concessa solo 1 ora di tempo nel caso in cui tale rapporto salga al 135%.  

Binck Bank invece imposta un margine di mantenimento superiore di circa il 20% rispetto al margine disponibile e concede tempo fino alle 16:30 per far sì che il margine disponibile ritorni positivo.

Con entrambi i broker presi a riferimento, se il rischio non scende al di sotto del valore del collaterale - a seguito dell’intervento del cliente o grazie alle fluttuazioni del mercato - allora sia DEGIRO che Binck Bank saranno autorizzati ad intervenire manualmente per eliminare il deficit, solitamente eseguendo una chiusura (parziale o totale) della posizione incriminata. Per interventi diretti di questo tipo vengono addebitati dei costi (a partire da €50 ma che possono diventare ben più pesanti se il valore del disavanzo è ingente).

Riassumendo

In conclusione la margin call è uno strumento che mira alla tutela del broker, il quale fissa delle penali salate appunto per evitare che il cliente si ritrovi con un margine potenzialmente scoperto con conseguente default dello stesso. Per questa ragione è sempre meglio non esporsi troppo sul mercato ed applicare delle regole di money management le quali permettono di non innescare la margin call ma di intervenire in anticipo su una situazione di potenziale criticità.

‍‍‍‍‍‍ ‍‍ ‍‍‍‍‍‍ ‍‍ ‍‍‍‍‍‍ ‍‍
©2019 Qualebroker.com. All Rights Reserved.

Privacy Policy